Down-Hole

Le prove sismiche in foro sono tra le più utili per la caratterizzazione geomeccanica delle terre e delle rocce, vengono effettuate in fori appositamente predisposti e forniscono le velocità sismiche (fasi P ed S) dei terreni. Attraverso queste è possibile calcolare anche i moduli elastici dinamici. La possibilità di disporre delle stratigrafie dei fori permette una associazione certa delle velocità rilevate ai litotipi investigati.

Il metodo down-hole si riferisce alla misurazione del tempo di percorso delle onde P e S nel tragitto tra la sorgente sismica, in superficie, e i ricevitori, posti all’interno dei fori di sondaggio. L’equipaggiamento strumentale è costituito da:

  • una sorgente meccanica per generare onde elastiche con buona energia e direzionalità
  • un geofono tridirezionale con risposta in frequenza tra 4.5 e 14 Hz
  • un sistema di ancoraggio tra pareti del foro e geofono
  • un sismografo di acquisizione e un geofono starter

D-hole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *